Si leggono ovunque numerose informazioni sull’Avocado, sulle sue benefiche proprietà nutrizionali e su tanto altro! Sicuramente è un alimento “forte” e valido, da diversi punti di vista. Vi consiglio un inserimento graduale nella vostra alimentazione, in modo da valutarne, con consapevole padronanza, le virtù che è in grado di offrire al ben-essere quotidiano.

Sono pochi gli alimenti che vengono in genere considerati dai nutrizionisti come protettivi della salute a tutto tondo. Uno di questi è l’avocado, frutto ricco di grassi salutari, uno dei pochi in grado di salvaguardare l’intero organismo da invecchiamento precoce e da diverse malattie.
Ernest Hemingway lo considerava il vero frutto del paradiso, un nutrimento prezioso e senza rivali se paragonato ad altri frutti esotici.

Anche se molti di noi siamo abituati a considerarlo come una verdura, l’avocado (Persea gratissima, Persea americana) è tecnicamente il frutto di un albero subtropicale, originario di Messico e Sud America.

Di questo albero, che appartiene alla stessa famiglia dell’alloro (Lauracee), esistono circa 500 varietà, i cui frutti possono essere di piccole dimensioni, simili a uova, oppure grandi, pesanti e a forma di pera.

Gli avocado sono molto nutrienti e ricchi di meraviglioso olio.

Gli aztechi credevano che l’avocado, a causa della sua forma, possedesse proprietà afrodisiache. Il termine avocado deriva dal termine messicano ahuacatl, abbreviazione del nome azteco ahuacacuahatl.

L’avocado ha un delizioso sapore che ricorda il fresco delle pere mature ma anche la forza decisa del burro e il profumo delle nocciole. La sua principale caratteristica nutrizionale è laricchezza di Omega 3 e di acido linolenico, grassi capaci di stimolare la produzione di colesterolo buono e di frenare il deposito di quello cattivo.

Mangiando in modo regolare avocado è possibile ottenere una diminuzione di trigliceridi e colesterolo, prevenire l’arteriosclerosi e molte patologie causate dall’ostruzione del cuore e delle arterie, ridurre le tossine nel sangue; tutto questo aggiungendo allo stesso tempo colore e sapore alla nostra alimentazione.

Gli effetti positivi non sono solo per il cuore: l’avocado è anche ricco di sostanze antiossidanti come provitamina A (14 mg per 100 grammi di parte commestibile) evitamina E, che aiutano a liberare le cellule dai radicali liberi rallentando l’invecchiamento della pelle e mantenendone l’elasticità.

Il BURRO DI AVOCADO: ottimo per i capelli

Disidratati da sole, vento e salsedine in estate e indeboliti poi dallo stress del cambio di stagione, i capelli arrivano a ottobre privi di vigore. Contro questa “stanchezza” capillare, che è un riflesso del malessere che d’autunno coinvolge tutto l’organismo, è bene correre ai ripari con un vero e proprio “cibo”: il burro di avocado. Ricco di vitamine ( A, betacarotene, E, PP, B e D) proteine, acido linoleico, calcio, potassio e Omega 3, questo grasso naturale nutre in profondità i capelli, dal bulbo al fusto, migliorando anche la salute del cuoio capelluto grazie alla sua azione antiossidante e antinfiammatoria. Basta un impacco per ritrovare subito capelli morbidi e splendenti, ma si può anche spalmare il burro di avocado sul corpo, per riconquistare tono ed energia.

Come usare il burro di avocado

In un pentolino versa 10 cucchiaini di burro d’ avocado e aggiungi un cucchiaio di olio di lino e uno di olio di ricino. Fai fondere a bagnomaria, stendi il composto sui capelli umidi, avvolgili con la pellicola trasparente e lascia in posa un’ora. Poi fai lo shampoo.

Puoi farlo anche a casa

Il burro di avocado si può preparare anche in casa: frulla la polpa di un avocado con qualche cucchiaino d’olio extravergine d’oliva, aggiungendone un cucchiaino per volta fino a ottenere una crema morbida.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here