Lavender bouquet for herbal medicine

La “Natura” è uno scrigno meraviglioso, da cui attingere “soluzioni” ideali, per comunicare con noi stessi e per ri-solvere piccoli e grandi disturbi, con la giusta dose di consapevolezza e con una forte capacità di comprensione e “amore”. La lavanda è una pianta conosciuta e stimata, anche dai nostri saggi antenati. Il suo uso, interno ed esterno è sicuramente potenziato, dalla distillazione in olio essenziale. Vediamo quali sono le sue principali proprietà.

La medicina dell’antica Persia e del mondo Greco-Romano parla delle sue virtù come un potente stimolante, tonico e stomachico. Plinio e Dioscoride raccomandavano infusi di fiori per le malattie respiratorie, cefalee e come antidoto per tutti i veleni. Si ricorreva alle fumigazioni di lavanda per disinfettare le stanze dei malati, pratica empirica che ha trovato conferme scientifiche nei tempi moderni. Il suo nome deriva dal latino “lavare” ossia che serve a lavare, a purificare il corpo e l’anima. Anticamente le massaie romane usavano spargere nella biancheria mazzetti di lavanda per le sue qualità purificanti e deodoranti. Nell’ottocento i fiori di lavanda erano usati per i disturbi “dei nervi e della testa” e nel novecento i medici li utilizzavano come stimolanti in casi di svenimenti e per trattare “problemi d’isteria e condizioni nervose”.

Il suo profumo è definito “morale”, Santa Ildegarda di Bingen consigliava di usarla “per stimolare il carattere puro”.
Si brucia nell’aria per purificarla dopo situazioni pesanti come per esempio delle liti. Protettrice dell’ aura.

AZIONE SULLA PSICHE. Calma, attenua l’aggressività ed infonde una sensazione di pace della mente e del cuore. Equilibrante del sistema nervoso, è di aiuto in caso di irritabilità ed insonnia di origine nervosa. Ipotensore (abbassa la pressione sanguigna), ottimo peremicranie con questo tipo di causa scatenante. Massaggiare il suo o.e. puro sulle tempie, sul collo e alla base dei capelli riduce la tensione, migliora la cefalea e allevia l’ansia. Posta sotto l’influsso della luna, pianeta femminile, agisce su quanto c’è di più femminile e lunare nell’essere umano: il sistema nervoso.

Il suo compito principale è quello di riequilibrare le dissonanze energetiche della psiche e relative somatizzazioni: stress da lavoro, ipertensione, cefalee, palpitazioni, ecc.

Antidepressiva e sedativa, ottima per l’insonnia delle persone anziane.

AZIONE SUL CORPO. Stimola le funzioni di tutto il corpo: dall’apparato respiratorio, all’uro- genitale, tanto da essere considerata un rimedio di pronto soccorso. L’azione benefica sull’apparato digerente è accentuata dal fatto che l’o.e. esercita anche un’ azione stomachica, in quanto stimola le secrezioni gastriche, la motilità intestinale, azione colagoga, coleretica, depurativa. “Quindi risolve molti casi di digestione lente e difficili, le coliti, la flatulenza ed il meteorismo. Nell’apparato respiratorio ha buon azione fluidificante ed espettorante. Può alleviare i sintomi premestruali e della menopausa, favorisce la regolarità del flusso. Per le sue qualità analgesiche, antinfiammatorie ed antispasmodiche, è utile per dolori muscolari, reumatismi, e crampi. Le qualità antisettiche e depuranti combattono il sudore, mentre la fragranza neutralizza l’odore corporeo, stimolante della circolazione linfatica ma anche sanguigna è ottima per cellulite dura e smagliature. Eccellente nelle scottature per la sua capacità rigenerante.

USO PER IL VISO. Si può preparare un ottimo oli rigenerante, riducendo anche le macchie scure con: 20 ml di olio essenziale di lavanda e 30 ml di olio di rosa mosqueta.
Come riequilibrante del sebo, nelle dermatiti seborroiche,acne rosacea, eczemi, da questo punto di vista fisico, migliora l’ infiammazione, riequilibra il livello di sebo e riduce lo
stato allergico, si prepara un olio con 20 ml di o.e di lavanda in 50 ml di olio di jojoba si applica sul viso mattina e sera.

USO PER I CAPELLI. E’ un sebo regolatore, anti-forfora: frizionata sulla cute stimola la micro circolazione, indicata anche per l’alopecia.

LAMPADA PER AROMI. Possiamo miscelare 5 gocce di o.e. di lavanda, 2 gocce di o.e. di limone, 1 goccia di o.e. di pompelmo, l’aroma che si libera nell’aria è fresco e armonizzante.
Diversamente qualche goccia sul cuscino favorisce un sonno tranquillo e fisiologico adatto agli adulti stanchi e stressati, ma anche per bambini e anziani.

BAGNO AROMATICO. Per un effetto rilassante e per favorire il sonno mescolare 10 gocce di lavanda in 2 cucchiai di panna o miele o sale marino e miscelare nell’acqua da bagna.

EMULSIONE DOPO SOLE. In 50 ml di olio di jojoba mescolare 10 gocce di lavanda e 3 gocce di carota semi.

N.B. Le indicazioni riportate hanno unicamente carattere informativo. L’olio essenziale se utilizzato per uso alimentare deve sempre essere preventivamente diluito, meglio se in un cucchiaino di olio di mandorle dolci bio spremitura a freddo. Prima dell’assunzione degli oli essenziali chiedere il parere del medico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here